Eventi e notizie

  • Homepage
  • > Eventi e Notizie
  • > News
  • > Il valore delle competenze trasversali per le aziende e i lavoratori
  • > Il valore delle competenze trasversali per le aziende e i lavoratori

Il valore delle competenze trasversali per le aziende e i lavoratori

Il valore delle competenze trasversali per le aziende e i lavoratori

Sarà la riqualificazione delle competenze, la chiave principale per il successo delle aziende nell’epoca post Covid. E’ quanto emerge dalla terza edizione del Future of Jobs Report del World Economic Forum che mappa i lavori e le competenze del futuro, indicando la strada che le imprese seguiranno da qui fino al 2025.

Nei prossimi anni circa 85 milioni di posti di lavoro potrebbero essere eliminati e altri 97 milioni più adatti alla nuova suddivisione del lavoro tra persone, macchine e algoritmi potrebbero nascere.

Entro il 2025 il 50% di tutti i dipendenti avrà bisogno di una riqualificazione e circa il 70% dei datori di lavoro coinvolti nell’indagine prevede di ottenere un ritorno sull’investimento entro un anno dalla riqualificazione.

Ma quali sono le skills su cui le aziende punteranno per adeguarsi ai cambiamenti in atto? In un mercato del lavoro più automatizzato, digitale e dinamico, le skills ritenute più importanti, non sono tanto le hard skills, ovvero le competenze tecniche e specialistiche, quanto le soft skills. Sono le competenze trasversali quelle che consentiranno ai lavoratori di adattarsi continuamente ai nuovi modi di lavorare e aggiungeranno valore, indipendentemente dal settore in cui si opera, a ciò che può essere fatto dai sistemi automatizzati e  dalle macchine intelligenti.

Il pensiero analitico, l’innovazione e la risoluzione di problemi complessi sono in cima alla lista delle competenze che cresceranno di importanza nei prossimi anni. E ancora, nella classifica delle 10 competenze fondamentali nel futuro del lavoro troviamo la creatività, la leadership, l’autonomia, l’apprendimento attivo, la resilienza, la tolleranza allo stress, la flessibilità e la capacità di utilizzare nuove tecnologie.

A sottolineare come la pandemia, i processi di automazione e l’intelligenza artificiale abbiano accelerato la necessità di formare i propri dipendenti sulle c.d. soft skills è anche un recente report di McKinsey “Future of Work. L’indagine ha evidenziato come da qui al 2030 per circa l’80% dei dirigenti intervistati, la riqualificazione del personale sarà la priorità assoluta. Le abilità avanzate di comunicazione e negoziazione, le abilità interpersonali, l’empatia, la capacità di gestione, l’imprenditorialità, l’ adattabilità e la capacità di apprendimento continuo sono le competenze trasversali che secondo questa indagine garantiranno la longevità aziendale.

E’ a partire da queste esigenze che Umbria Business School ha elaborato un ricco catalogo di corsi dedicato a tutti i professionisti che intendono acquisire abilità trasversali avanzate per aggiornare le proprie competenze.

Per tutte le imprese, invece, che desiderano formare i propri dipendenti sulle “Competenze di base e trasversali” è disponibile l’Avviso 2/2022 di Fondimpresa che finanzia piani formativi a sostegno dei lavoratori per lo sviluppo di competenze di base e trasversali nelle imprese aderenti al fondo.

 

Per maggiori informazioni è possibile contattare Maria De Fazio – 075/582741 formazione@sfcu.it.

 

ALLEGATI

Nessun allegato presente.

AUTORE: Michele
DATA: 03 MAG 2022
TAGS:

Chi siamo

Venti anni di professionalità ed esperienza consolidata, servizi su misura per le imprese, didattica pratica per una formazione operativa.

Informazioni e contatti

Per informazioni su attività, funzioni e referenti di SFCU, bandi e concorsi, modulistica, accesso agli atti o problematiche di carattere tecnico.

Richiedi informazioni

SFCU è a disposizione per fornire informazioni sulla sua attività e sui servizi. Compila il modulo.