Art Bonus

Che cosa è?
Art bonus, istituito ai sensi dell'art.1 del D.L. 31.5.2014, n. 83, "Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo", convertito con modificazioni in Legge n. 106 del 29/07/2014 e s.m.i.,  consente un credito di imposta, pari al 65% dell’importo donato, a chi effettua erogazioni liberali a sostegno della cultura e dello spettacolo,  quale sostegno del mecenatismo a favore del patrimonio culturale.

L’Art Bonus è un incentivo al mecenatismo che  può essere effettuato:

  • per interventi di manutenzione/protezione e restauro di beni culturali pubblici;
  • a sostegno degli istituti e luoghi della cultura di appartenenza pubblica, delle fondazioni liriche-sinfoniche, dei teatri di tradizione, delle istituzioni concertistico-orchestrali, dei teatri nazionali, dei teatri di rilevante interesse culturale, dei beni culturali di interesse religioso colpiti dagli eventi sismici, dei festival, delle imprese e dei centri di produzione teatrale e di danza, nonché dei circuiti di distribuzione.

Le erogazioni liberali possono essere elargite esclusivamente in favore del patrimonio di proprietà pubblica.

Sono quindi esclusi dall'Art Bonus e dal credito di imposta agevolato le erogazioni liberali effettuate in favore di un bene culturale se questo è di proprietà privata anche senza fini di lucro, compresi gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti.

A chi spetta?

  • Titolari di reddito di impresa (imprenditori individuali, società ed enti che svolgono attività commerciale, stabili organizzazioni), nel limite massimo del 5 per mille dei ricavi annui;
  • Persone fisiche che non svolgono attività di impresa (titolari di reddito di lavoro autonomo, titolari di reddito di fabbricati, dipendenti, pensionati, ecc.), nel limite massimo del 15% del reddito imponibile.

Misura del credito d’imposta

65% delle erogazioni liberali, da ripartire in 3 quote annuali di pari importo.

Es. una società che effettua una erogazione liberale di € 6.000, matura un credito di imposta di € 3.900, da ripartire in 3 rate annuali di € 1.300 ciascuna, per una spesa netta di € 2.100.

Modalità di fruizione dell’Art Bonus

  • Titolari di reddito di impresa (in compensazione)

Persone fisiche ed enti che non svolgono attività di impresa (in dichiarazione dei redditi)

Adempimenti dei soggetti che effettuano le erogazioni liberali

  • Effettuare i pagamenti delle erogazioni liberali in denaro mediante banca, ufficio postale, carte di credito, di debito e prepagate, assegni bancari e circolari;
  • Conservare la ricevuta dell’operazione finanziaria con l’indicazione della causale Art Bonus seguita dall’ente beneficiario e dall’oggetto sottoposto a intervento.

Se sei anche tu interessato a diventare un mecenate scrivici a: artbonus@confindustria.umbria.it

Per info: 075582741 - Rif. Gabriele Barberini 

Chi siamo

Venti anni di professionalità ed esperienza consolidata, servizi su misura per le imprese, didattica pratica per una formazione operativa.

Informazioni e contatti

Per informazioni su attività, funzioni e referenti di SFCU, bandi e concorsi, modulistica, accesso agli atti o problematiche di carattere tecnico.

Richiedi informazioni

SFCU è a disposizione per fornire informazioni sulla sua attività e sui servizi. Compila il modulo.